Warning: Use of undefined constant REQUEST_URI - assumed 'REQUEST_URI' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /web/htdocs/www.alzalavocecasoria.it/home/wp-content/themes/smart-mag/functions.php on line 74
Gretini o cretini? (Una lettera della Terra agli studenti italiani) - Associazione Culturale Casoria - Alza La Voce

Gretini o cretini? (Una lettera della Terra agli studenti italiani)

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +
Tempo di lettura Stimato: 4 Minuti

Gretini o cretini? (Una lettera della Terra agli studenti italiani)

Salve a tutti cari studenti italiani, come è andato il Friday for Future; dello scorso 27
settembre? È stato un gran piacere sapere della chiusura delle scuole affinché voi abbiate potuto
manifestare a favore della mia tutela! (spero almeno che abbiate saputo i motivi per cui
scioperavate). Vi ringrazio per la presenza, ma sappiate che i vostri slogan Gretiani e gli innumerevoli
striscioni più sesso, meno inquinamento;, non hanno contribuito in alcun modo al mio
benessere.

Il lato positivo è che, dopo secoli di sfruttamento, emissione di gas nocivi e scarichi di rifiuti
tossici, abbiate finalmente compreso l’importanza di usare la cannuccia di carta ecologica e
la borraccia riutilizzabile. Le mie più profonde falde acquifere si complimentano con voi, questa si che è una gran conquista!

Grazie Greta, grazie anche a te ministro per aver permesso l'assenza a scuola.
Devo ammettere che vedere i rifiuti nelle piazze dove si è tenuto il corteo, mi ha fatto venire
qualche dubbio sulla veridicità di tale evento.

Allora cari ragazzi, mi dispiace illudervi ma, dopo tutti questi anni di maltrattamenti, non
saranno le vostre manifestazioni e le buste della spesa biodegradabili a riparare la
situazione. Il mio ecosistema sta riscontrando reazioni molto strane ultimamente e vi chiedo scusa per i
danni che ho provocato, ma è solo colpa vostra.
Sto piangendo piogge acide, ho un buco dell’ozono ed altri problemi meno visibili alla
mia flora e fauna intestinale. Per non parlare del terribile effetto serra che mi porta a sbalzi di
temperatura continui!

Come già sapete da tempo, il traffico veicolare, riscaldamento domestico, le industrie, le
attività artigianali ed i veicoli off road (treni, trattori, veicoli da cava ecc.) sono le cause
antropiche maggiori che inficiano la mia situazione.
Il progresso tecnologico ed industriale vi ha permesso di vivere nel benessere immediato
con l’ausilio di prodotti e strumenti di uso comune, la cui produzione, il consumo e lo
smaltimento, provocano emissione di gas nocivi e sostanze tossiche che io non sono in
grado di smaltire.

Dato che non ne siete al corrente, vi faccio qualche esempio banale:
Care fanciulle imbellettate, quando acquistate i vostri amati profumi, deodoranti, saponi e
cosmetici, ci pensate a me?
Vi informo che tali prodotti, costituiti da microsfere di plastica, finiscono nell'atmosfera e nelle
falde acquifere. Perché allora manifestate, se poi non rinuncereste mai al vostro mascara e
al profumo? Sarebbe così difficile per voi utilizzare saponi e essenze naturali(limone, lavanda, rosmarino
ecc.)? O temete che vi si increspino i capelli?

Lo stesso vale anche per i rasoi usa e getta, le creme depilatorie, la schiuma da barba,
dentifrici, colluttori, cotton fioc, assorbenti e carta igienica.
Potreste sostituire tali oggetti con metodi alternativi e naturali; utilizzando stoffe per sostituire
la carta igienica, l’aloe vera come crema e dopobarba, e le foglie di menta per rinfrescare la
bocca. Certo, non sono rimedi comodi ed immediati ma, diminuendo il consumo quotidiano
di microplastiche, le industrie ne diminuiranno la conseguente produzione.

Anche il consumo di chewing gum, mozziconi di sigaretta,filtri del caffè e del tè, che
sembrano apparentemente innocui, in realtà hanno tempi di smaltimento lunghissimi;
pensate che una semplice cicca impiega almeno 5 anni,
una bibita in lattina dai 20 ai 100 anni, un filtro di sigaretta almeno 2 anni ed un semplice
fazzolettino di carta, 6 mesi!
Quindi, prima di gettare qualcosa, pensate bene a questi numeri!
Prediligete quindi, l’utilizzo della bici, evitate l’uso di climatizzatori (che non fanno altro che
surriscaldarmi ancor di più) ed utilizzate combustibili naturali; questi sono tutti consigli che mi
ostino ancora a darvi, ma che nessuno attualizza concretamente.

E così avete scioperato e manifestato affinché lo stato imponesse delle normative per la mia
tutela, quando avreste dovuto essere voi per primi ad intervenire partendo da queste piccole
attenzioni. Mi dispiace dirvi che il 27 settembre non avete fatto altro che un giorno di assenza(che
avreste potuto usare a scopo formativo), per accrescere la fama e il potere della Thunberg
(ed ovviamente di chi si nasconde dietro il suo nome).

Vi siete sentiti per 5 ore dei piccoli attivisti, vero? E poi? Terminato lo sciopero, avete lasciato gli striscioni a terra, sfrecciato sui vostri mezzi e postato qualche inutile fotografia sui social per mostrare il vostro falso spirito ecologico. Complimenti, dopo tanti anni di ostentato attivismo, vedo che vi siete dotati della
cannuccia biodegradabile, ma siete rimasti ancora col cervello pieno d’aria!

Soddisfatti? Per l’ennesima volta il governo, tramite queste periodiche campagne ecologiche
a base di disinformazione (utilizzate come armi di distrazione di massa), è riuscito nel suo
intento: distrarre voi giovani dalle reali questioni sociali; il vostro futuro, le possibilità
lavorative e la garanzia dei diritti.

La verità è che, fin quando non cambierete prima voi stile di vita, abitudini e consumi
quotidiani in maniera radicale, coerente e rispettosa nei miei confronti, verranno promosse
finte manifestazioni buoniste con l’obiettivo di imporvi (con il pretesto dell’allarme ecologico)
ulteriori tasse sui consumi, sullo smaltimento dei rifiuti e gli impianti di depurazione.

Adesso sta a voi decidere se continuare ad assecondare i capricci della Gretina e le sue
ridicole iniziative, o ribellarvi ecologicamente a mio favore, diminuendo i consumi e le
produzioni industriali che inficiano la mia situazione.
Ci tengo a ricordarvi che Io vi ho permesso la vita e garantito secoli e secoli di evoluzione!
Perché allora non intervenite?
Reggerò ancor per poco, fate qualcosa.
Tanti saluti dal mio più profondo strato, La terra.

Benedetta Ippolito

Facebook Comments
Share.

About Author